Contattaci

Ecommerce: strategie online per sfruttare al massimo il Black Friday

< torna indietro

Come aumentare le vendite e attirare nuovi clienti sul tuo ecommerce

balck friday blog

Il Black Friday è il momento più importante dell’anno per generare opportunità di guadagno nell’ambito della propria attività commerciale, sia fisica che digitale.  Questo articolo affronta il tema del Black Friday dal punto di vista dello shopping online, consigliando alcune strategie per ottimizzare il rendimento degli ecommerce.


Indice degli argomenti: 

Quando è il Black Friday 2021?

Uno sguardo ai numeri del Black Friday 2020

Ecommerce e siti online: farsi trovare pronti per il Black Friday

Differenziatevi dalla concorrenza! Trovate i vostri vantaggi competitivi

Fate in modo che il vostro sito sia veloce, stabile e sicuro

Rendete la navigazione facile ai vostri utenti

Pianificate una strategia promozionale in tempo per il Black Friday

Incrementate il traffico sfruttando newsletter, social media e campagne Google

Fate leva sul senso di scarsità e di urgenza

Imparate dall’esperienza per il prossimo Black Friday

 


.Quando è il Black Friday 2021?

È usanza che il mese di novembre sia un momento di sconti e promozioni. 
Tutto ruota intorno alla festa del Ringraziamento negli Stati Uniti (il Thanksgiving Day), una tradizione di origine religiosa che si celebra il quarto giovedì di novembre. È usanza che il giorno dopo, appunto il venerdì, si comincino gli acquisti in vista del Natale. Di origine incerta la connotazione dell’aggettivo “black”. Per alcuni fa riferimento alle congestioni del traffico nel rientro a casa dalla festività, per altri alle code interminabili fuori dei negozi, per altri ancora fa riferimento ai libri contabili (dal rosso della perdita al nero del guadagno).

In un caso o nell’altro, il Black Friday indica un giorno di grandi affari e guadagni per le attività commerciali, e nel 2021 cadrà il 26 novembre.

shutterstock 1250304583

Col tempo sono nate altre ricorrenze intorno al giorno del Black Friday (si parla infatti di black week), per spingere le persone a fare ancora più acquisti sfruttando promozioni speciali e risparmiando in vista dei regali natalizi. Il periodo di promozioni del Black Friday termina usualmente il primo lunedì a lui successivo, denominato cyber monday, un altro giorno di grandi offerte soprattutto nell’ambito dell’elettronica. Il Cyber Monday 2021 cade il 29 novembre e rappresenta l’ultimo giorno di sconti per gli ecommerce online.
È normale quindi che tutti quelli che hanno un’attività digitale, allo stesso modo dei negozianti che allestiscono le vie del centro facendo gara di addobbi e originalità, facciano di tutto per allestire la loro vetrina on line, per aumentare la possibilità di vendere anche rispetto ai propri concorrenti.


.Uno sguardo ai numeri del Black Friday 2020

shutterstock 1810057123

Riportiamo solo alcuni numeri che mostrano l’immensità del fenomeno Black Friday: secondo Mailup le vendite online ad esso legate hanno recentemente raggiunto il record di 789 miliardi di dollari solo nel mercato americano, circa il 30% dei profitti complessivi del 2020; per Shopify, i propri negozianti hanno realizzato collettivamente oltre 5,1 miliardi di dollari in vendite (+76% rispetto al 2019).


.Ecommerce e siti online: farsi trovare pronti per il Black Friday

Avete presente le immagini delle persone in fila per acquistare il giorno prima del Black Friday? O quelle che dormono accampate fuori dal negozio? Ecco, nei negozi online avviene lo stesso, col vantaggio però che la strategia è pianificabile senza intoppi fisici. E dal momento che le persone cominciano a stilare la propria wish list mentale prima del giorno fatidico, lanciare promozioni anche prima del Black Friday costituisce un vantaggio competitivo. Lo stesso periodo si potrebbe sfruttare anche per ottimizzare l’ecommerce sotto molti punti di vista.

Secondo Criteo.com, le vendite online nelle prime tre settimane di novembre sono cresciute globalmente del 17% su base annua. Perché non sfruttare questo trend?

Il Covid-19 ha inoltre aumentato la predisposizione e la sensibilità degli acquirenti a comprare on-line, fino a farne una vera e propria abitudine, per non parlare di necessità. Lo scenario del Black Friday è quindi molto diverso dal passato e offre maggiori possibilità di guadagno.


.Differenziatevi dalla concorrenza! Trovate i vostri vantaggi competitivi

Questo step dovrebbe essere stato già preso in considerazione nella strategia di marketing per il vostro e-commerce, ma nel caso lo abbiate lasciato nel dimenticatoio, ricordate di analizzare i vostri concorrenti costantemente e sceglierne alcuni come raggiungibili, rispetto ai quali basare la vostra corsa e i vostri obiettivi; da altri concorrenti prenderete invece spunto per la comunicazione, le funzionalità, le offerte. 

Potrebbe essere anche un buono spunto quello di offrire prodotti diversi, sfruttando eventuali trend di nicchia, per non avere troppa concorrenza. Per questo, potreste fare affidamento a una buona strategia SEO per la ricerca di nuove nicchie di mercato online da colmare, o per individuare carenze dei competitor da sfruttare. Domandatevi sempre perché un acquirente dovrebbe scegliere i vostri prodotti, individuate quello che offrite come vantaggio e spiegatelo chiaramente nella vostra comunicazione! Gli utenti che navigano online, al giorno d’oggi, sono sempre più acculturati digitalmente e quello che cercano in un ecommerce sono soprattutto chiarezza e trasparenza. Andategli il più possibile incontro, dunque. Una mente curiosa, aperta e umile è sempre foriera di aspetti positivi, anche nel web marketing!


.Fate in modo che il vostro sito sia veloce, stabile e sicuro

È essenziale affrontare la strategia del Black Friday anche dal punto di vista tecnico-informatico. Se l’attività commerciale si svolge online, il processo di vendita deve scorrere senza intoppi, offrendo un’esperienza di acquisto ottimale e di fidelizzazione, sia da desktop che da mobile. Il percorso per giungere al carrello deve essere veloce e scorrevole, il processo di acquisto deve essere fluido, le transazioni sicure (è necessario installare un protocollo HTTPS) in modo da non far pensare al consumatore nient’altro che l’oggetto da comprare. 
Verificate infine che l’host sia in grado di gestire anche molte richieste simultanee, affinché non si presentino spiacevoli crash del sito proprio nei giorni del Black Friday.
Se l’esperienza di acquisto è stata soddisfacente, veloce, pratica, il consumatore tornerà..


.Rendete la navigazione facile ai vostri utenti

L’aspetto legato alla navigazione e all’alberatura del sito non deve essere trascurato, ma rientrare necessariamente nell’impostazione della strategia legata al Black Friday (e non solo).  Immediatezza dell’informazione (foto, titoli, testi), chiarezza dei menù, velocità e fluidità di passaggi tra selezione del prodotto, apertura del dettaglio e acquisto finale. I contenuti del sito devono essere ben organizzati e le categorie prodotto ordinate con una logica coerente e intuibile. La barra di ricerca prodotti deve restituire risultati soddisfacenti, in linea con la query digitata dall’utente. Mettetevi nella sua testa: come cercherebbe il vostro prodotto? Come lo troverebbe? Non lasciate spazio al dubbio dell’acquirente.

Fate attenzione al menù del vostro ecommerce: tutti i prodotti sono facilmente raggiungibili da qualsiasi sezione? I filtri sono ben impostati e funzionanti? C’è una categoria che vorreste mettere in risalto più di altre? Evidenziatela nel menù e in homepage. La user experience di un ecommerce e la categorizzazione dei suoi contenuti sono tra gli aspetti nevralgici per il suo successo. Se il vostro store online non è ottimizzato sotto il punto di vista della navigabilità e della qualità dell’architettura informativa, l’utente acquisterà sicuramente da un concorrente.

shutterstock 193255976


.Pianificate una strategia promozionale in tempo per il Black Friday

Il Black Friday necessita di una strategia promozionale mirata. Inutile prendere in giro gli utenti: la cultura digitale è sempre più in crescita e alcune strategie discutibili, come quelle di aumentare i prezzi di listino prima di applicare la scontistica, tenderanno a non funzionare più. Il percorso di ricerca e valutazione di un prodotto è infatti mediamente lungo; a volte, per i beni di fascia media, può durare anche mesi. Dunque gli acquirenti sono perfettamente consapevoli di quanto un prodotto costi online e dove sia più conveniente acquistarlo.

Una corretta strategia per il Black Friday dovrebbe anzitutto analizzare i dati prima di prendere decisioni cruciali in questa settimana. Per questo è utile affidarsi alle web analytics e definire azioni in base a un’attenta analisi. Andamento delle vendite annuali, analisi delle promozioni effettuate, identificazione delle preferenze dei navigatori, lettura di commenti e recensioni per scoprire eventuali problematiche: viviamo in una società basata sui dati, e quindi anche la gestione di un e-commerce non deve essere lasciata al caso, nell’orientamento al cliente. Per esempio, in ottica del Black Friday potrebbe essere utile inserire delle promozioni riservate ai vostri clienti più affezionati, da intercettare tramite invii di newsletter, oppure dedicate agli utenti “indecisi” (chi aggiunge un prodotto al carrello senza acquistare, o chi giunge su una sezione specifica senza proseguire nel processo di acquisto), grazie a sponsorizzate sui social media o campagne pubblicitarie sui motori di ricerca


.Incrementate il traffico sfruttando newsletter, social media e campagne Google

L’ultimo, ma non meno importante, consiglio per espandere la risonanza del vostro brand e dei vostri prodotti, creando attesa e aumentando l’engagement, è quello di utilizzare anche altri canali di comunicazione. L’online è una realtà multicanale, trovarsi i propri spazi di successo diventa dunque fondamentale. In questa strategia di marketing per il Black Friday indichiamo quattro possibili soluzioni:

  1. Un blog di contenuti supportati da un valido piano editoriale. Un piano editoriale che si avvicina alla data fatidica è un ottimo strumento se offre contenuti interessanti e abitua l’utente a restare connesso col tuo brand.
  2. Utilizzare correttamente gli hashtag per i contenuti sui Social. Usare gli hashtag per aumentare la probabilità di essere trovati nei social network è una buona usanza, ma solo se utilizzati in modo appropriato (leggi, a questo proposito, la nostra guida all’uso corretto degli hashtag)
  3. Sfruttare le newsletter promozionali. Se si dispone di un buon database con contatti aggiornati e disposti a ricevere vostri aggiornamenti, allora è molto utile anche pianificare un invio di email promozionali, solitamente il canale più efficace per avere un alto ROI. 
  4. Pubblicità online. Investite del budget per la sponsorizzazione dei contenuti sui social network più adatti al vostro business e sui motori di ricerca tramite Google Ads.


.Fate leva sul senso di scarsità e urgenza

Avete presente le offerte lampo su Amazon? A chi non è mai capitato di acquistare un prodotto in offerta che si stava tenendo d’occhio da tempo solo perché la disponibilità era in esaurimento? Il principio di scarsità e urgenza è una tecnica di marketing che negli ecommerce online è sempre particolarmente efficace. Ecco perché, anzitutto, potrebbe essere utile mostrare all’interno delle pagine prodotto del proprio web store il numero di quantità disponibili in stock. Fare leva sulla disponibilità limitata, specialmente in periodo di Black Friday, è altamente strategico per convincere gli utenti indecisi a non aspettare oltre per cogliere l’occasione.

A proposito di Amazon: il marketplace più famoso al mondo rappresenta un’ottima vetrina per darsi visibilità e, soprattutto, per vendere. Uno studio del 2020 ha dimostrato che il 47% degli utenti comincia il proprio percorso di ricerca di un prodotto all’interno del motore di ricerca di Amazon, mentre “solo” il 24% preferisce Google.
Questo ha perfettamente senso: Amazon è diventato il portale per eccellenza per quanto riguarda lo shopping online. Quando un utente inizia a cercare un prodotto online è molto probabile che lo faccia su Amazon, anche perché è sicuro di trovarvi le recensioni per farsi un’idea più completa del suo prossimo acquisto. Ecco perché, a maggior ragione se si possiede un e-commerce, è diventato ormai strategico essere presenti anche su Amazon con i propri prodotti (o solo una parte di essi). La piattaforma di acquisti più famosa al mondo permette anche di fare pubblicità al proprio interno, per mezzo di diverse tipologie di campagne da sfruttare per promuovere il proprio brand o i propri prodotti. Dato che la propensione all’acquisto è molto più alta su Amazon piuttosto che su altri canali, come i social o i motori di ricerca, chi non è presente su questo marketplace – e, aggiungiamo, non sfrutta le sue potenzialità pubblicitarie – perde una fetta molto importante di mercato e di ricavi, soprattutto durante il Black Friday.
Perché non approfittarne quindi?


.Imparate dall’esperienza per il prossimo Black Friday

A conclusione di questo articolo, non dimenticate che tutto quello che fate (e che non farete) quest’anno sarà la base da cui ripartire nel 2022. Prendete nota quindi di tutte quelle azioni che hanno influito positivamente sull’andamento delle vostre vendite e prendetevi tempo per analizzare l’esperienza di quest’anno nel dettaglio. Infine, cercate di impostare una strategia digitale attiva tutto l’anno anticipando i tempi del Black Friday e garantire vendite costanti al vostro ecommerce on-line. 

Sì, lo sappiamo, che può essere faticoso e difficile, ma ci siamo noi per questo!
Vi consiglieremo la strategia migliore adatta alla vostra attività e ai vostri obiettivi.

    Volete saperne di più?
    Basta compilare questo modulo per ricevere un report sintetico sulle attività per rendere la vostra comunicazione migliore.
    I dati personali trasmessi saranno utilizzati unicamente dalla Digital Communication srl ai sensi del nuovo regolamento UE 679/16 sulla privacy e verranno utilizzati solamente per l'invio di informazioni inerenti ad attività e news aziendali. In ogni momento se ne potrà richiedere la cancellazione inviando un'email o flaggando l’apposita disiscrizione in calce alle newsletter stesse.